Guida all’acquisto del miglior visore VR

Guida all’acquisto del miglior visore VR
Share

Per usufruire dei contenuti in realtà virtuale, che siano videogiochi, esperienze interattive, video a 360 gradi o film in 3D, serve per forza di cose un visore VR. Se non conoscete ancora la realtà virtuale e come funziona, vi invito a recuperare prima questo articolo. Un visore VR non è nient’altro che una maschera, solitamente in plastica, al cui interno sono sempre contenuti un display e due lenti che permettono di immergersi in un ambiente virtuale grazie al fenomeno della stereoscopia. La maschera si fissa alla testa con un cinturino più o meno rigido, che può avere anche delle cuffie integrate. Di solito un visore è sempre abbinato a due controller (uno per mano) che servono ad interagire con gli oggetti virtuali. Proprio il tracciamento nello spazio dei controller e del visore stesso può avvenire con dei sensori esterni (sistema outside-in) oppure grazie a delle telecamere poste direttamente nel caschetto (sistema inside-out). Il tracking può coprire tutti e sei i gradi di libertà di movimento (tre traslazioni e tre rotazioni) oppure solo le tre rotazioni della testa. Questa tipologia di visori comprende l’ormai fuori produzione Oculus Go e tutti i visori che funzionano con uno smartphone come il Cardboard. Questa tipologia di prodotti però risulta ormai obsoleta, quindi in questa guida tratterò solamente i visori a sei gradi di libertà. All’interno del visore, oltre ai sensori, può essere alloggiato anche un chip e una batteria in modo che possa funzionare senza l’ausilio di un hardware esterno. In questo caso si parla di visori standalone, al contrario degli altri caschetti che hanno bisogno di essere collegati ad un PC o ad una console per funzionare. Seguendo proprio questo principio ho deciso di classificare i visori VR presenti in questa guida.

Il miglior visore standalone: Oculus Quest 2

La battaglia dei visori standalone ad oggi si risolve facilmente, anche perchè Oculus Quest 2 è praticamente l’unico visore della categoria ad essere disponibile sul mercato consumer. Esistono infatti altri visori all-in-one ma sono tutti destinati al mercato business. Questo non vuol dire che Oculus Quest 2 sia un compromesso, tutt’altro: Facebook è riuscita a piazzare un visore sul mercato a 350 euro con poche rinunce rispetto a prodotti ben più costosi. Complici un software praticamente perfetto, una libreria di titoli ormai molto ampia ed una qualità visiva comunque più che buona, Oculus Quest 2 è la piattaforma ideale per entrare nel fantastico mondo della realtà virtuale. Certo è ancora un po’ scomodo da indossare e le lenti non sono il massimo (come ho constatato nella recensione che potete trovare qui) ma a questo prezzo non troverete niente di meglio. E non vi consiglio neanche di cercare accrocchi da poche decine di euro, vi farete solo un’idea completamente sbagliata della VR. Se cercate i migliori giochi in standalone per Oculus Quest 2 recuperatevi questo articolo.

Il miglior visore PC: Oculus Quest 2

Ma come, il miglior visore standalone, proprio quel visore che non ha bisogno di hardware esterno, risulta anche il miglior visore PC? Ebbene sì, perchè Oculus Quest 2 se collegato con un cavo USB oppure in wireless sfruttando il proprio router e la funzione Air Link diventa un visore PC con i fiocchi. L’alta risoluzione del pannello, l’ottimo tracking inside-out e come già detto, la possibilità di usarlo senza fili, fanno sì che anche in ambito PC Oculus Quest 2 sia la scelta più sensata. Certo dovremo spendere qualcosina di più per migliorarne il comfort (i giochi PC mediamente impongono sessioni di gioco più lunghe) e servirà avere a portata di mano un buon cavo USB per una connessione più stabile in alcune occasioni. Come visto nella recensione, Oculus Quest 2 su PC ha qualche compromesso in più, e non eccelle in nessun ambito particolare rispetto alla concorrenza. Ma anche su PC alla fine risulta il miglior visore come rapporto qualità/prezzo, il più versatile e semplice da usare, la scelta migliore per chi cerca il primo visore da accoppiare al proprio computer da gaming. Se cercate i migliori giochi per PC VR recuperatevi questo articolo.

Il miglior visore per la qualità grafica: HP Reverb G2

Anche in realtà virtuale l’occhio vuole la sua parte, e per chi mette la qualità grafica al primo posto non c’è dubbio che HP Reverb G2 sia la prima scelta. Due pannelli LCD ad altissima risoluzione, con colori e contrasti ottimi, uniti a delle lenti ibride Fresnel-asferiche nitidissime nello sweet spot, permettono di osservare sfumature e dettagli semplicemente irraggiungibili da altri visori. HP Reverb G2 possiede inoltre un ottimo sistema audio (è lo stesso del Valve Index) ed è probabilmente il visore più comodo da indossare. Bisogna però scendere a compromessi in altri aspetti, in primis legati alla natura stessa del prodotto, essendo un visore PC cablato. Al fatto di dover possedere un ottimo PC da gaming va aggiunto che la piattaforma Windows Mixed Reality non è stabile ed immediata come quella Oculus. I controller ed il tracking inoltre sono inferiori, anche se comunque sufficienti se non si cerca la competizione in multiplayer. Nel caso cerchiate un visore solo per le simulazioni di auto, o i giochi da cockpit (da abbinare quindi ad un volante o ad un Hotas) l’HP Reverb G2 è in assoluto il visore migliore che possiate acquistare se non potete spendere 1500 euro per un Pimax. Se volete approfondire il discorso sull’HP Reverb G2 recuperatevi questo articolo. Se invece cercate i migliori giochi per PC VR recuperatevi questo articolo.

Il miglior visore per controller e tracking: Valve Index

I sistemi di tracciamento inside-out sono molto semplici ed economici, ma presentano zone d’ombra e non sono sempre precisi. Valve ed il suo sistema di tracking basato su due Base Station esterne da fissare al muro si è dimostrata la soluzione più precisa ed affidabile, fin dai tempi del primo HTC Vive. Se a questo aggiungiamo i migliori controller per la VR disponibili sul mercato, ovvero gli Index controller, otteniamo un kit perfetto per chi cerca la competizione ai massimi livelli. I sensori esterni infatti azzerano le zone d’ombra, e se pensiamo che la precisione di questo sistema di tracking è talmente elevata che viene usato in ambito industriale, si capisce perchè chi vuole ottenere il massimo risultato in giochi come Beat Saber o Onward non ha altra scelta. Probabilmente il punto debole del kit Valve Index è proprio il visore, in particolare a causa della risoluzione dei pannelli non troppo elevata e dell’impossibilità di usarlo wireless. I suoi punti di forza invece rimangono la comodità, il sistema audio e il FOV sopra la media. Gli Index controller comunque si possono usare anche con altri visori dell’ecosistema SteamVR (come il nuovissimo Vive Pro 2 o volendo anche con l’HP Reverb G2): preparatevi in ogni caso a sborsare più di 1000 euro. Ah, e ovviamente anche qui serve un buon PC da gaming. Se cercate i migliori giochi per PC VR recuperatevi questo articolo.

Il miglior visore per console: Playstation VR

Cercate un visore compatibile con Playstation, o in generale un visore che si può utilizzare con una console? Bene, potete scegliere tra il Playstation VR e… il Playstation VR! Il PSVR (abbreviato) è infatti ad oggi l’unico visore compatibile con una console: è possibile utilizzarlo con Playstation 4, Playstation 4 Pro e Playstation 5. E purtroppo è anche un visore appartenente alla generazione passata. Ha una risoluzione bassissima, il tracking con Playstation Camera è obsoleto e i controller move sono gli stessi da PS3. Eppure il PSVR ha ancora delle frecce a suo arco: è un visore molto leggero e comodo da indossare, si può usare con una delle periferiche VR più azzeccate (ovvero l’Aim controller) ma soprattutto la qualità dei giochi nel catalogo Sony è fuori scala. E’ proprio questo il valore aggiunto, quello che un po’ manca nel mercato PC e standalone ultimamente: la ricerca di un’esperienza di qualità a discapito dei limiti tecnici. Che siamo sicuri verranno azzerati con il prossimo caschetto di Sony, in uscita l’anno prossimo. Nel frattempo se cercate i migliori giochi per Playstation VR recuperatevi questo articolo.

Ricordatevi di attivare la campanella per non perdervi neanche un articolo!

error: Content is protected !!